Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Cornus FLORIDA

Cornus FLORIDA 'RAINBOW'
Cornus FLORIDA 'RAINBOW' Cornus FLORIDA 'RAINBOW' dettaglio fiori

Copyright immagini by ©Nova-Photo-Graphik.
Vietata la riproduzione.

Legenda Icone

Fogliame Persistente Fogliame Persistente
Fogliame Caduco Fogliame Caduco
Fogliame Semi persistente Fogliame Semi persistente
Esposizione soleggiata Esposizione soleggiata
Esposizione a mezz'ombra Esposizione a mezz'ombra
Esposizione in ombra Esposizione in ombra
Adatto ai climi miti Adatto ai climi miti
Sensibile al freddo Sensibile al freddo
Pianta poco diffusa Pianta poco diffusa
Varietà brevettata Varietà brevettata
Fogliame Caduco

Descrizione:

La Cornus florida è una pianta facente parte della famiglia delle Cornaceae, è originaria delle regioni dell’America settentrionale prevalentemente nella flora del sottobosco di aree pedemontane. In Italia la pianta si trova nelle zone montane degli Alpi e degli Appennini

Origine: Stati Uniti orientali
Portamento: alberello cespuglioso frondoso
Foglie: ovali appuntite verde scuro, rosso-viola in autunno
Fiori: insignificanti capolini di brattee bianco o rosate
Epoca di fioritura: Maggio
Frutti: bacche colorate
Terreno: fertile, non calcareo e profondo
Clima: temperato-freddo
Temperatura Minima: -30/-20 °C

Cornus florida - Descrizione generale

La Cornus florida può crescere in due modi: allo stato spontaneo o tramite coltivazione. Allo stato spontaneo la pianta può diventare arbusto o albero di medio grandi dimensioni; può raggiungere anche i dodici metri di altezza. La chioma della pianta risulta arrotondata. Tramite coltivazione, invece, la pianta rimane di dimensioni inferiori. In ogni caso la crescita è abbastanza lenta.
La Cornus florida è caratterizzata da foglie ovali di colore verde scuro che cambiano tonalità in autunno diventando rosse. Nel periodo della primavera produce delle infiorescenze che risultano molto vistose, composte da piccoli mazzetti di fiorellini bianchi.

Cornus florida: varietà

La Cornus florida è molto utilizzata dai giardinieri come pianta ornamentale sia per giardini che per terrazze. Proprio per questo motivo sono stati creati numerosi ibridi e varietà che si differenziano per la colorazione del fogliame e per le brattee colorate. Le varietà della pianta più conosciute sono:

  • Cherokee chief, può raggiungere un’altezza fino a sei metri ed è composta da brattee di un bel rosso intenso;
  • Daybreak, caratterizzata dal particolare colore grigio verde delle foglie i cui margini diventano rossi in autunno, le brattee di questa specie, invece, sono bianche;
  • Clond nine, in questa varietà si possono avere delle brattee molto grandi sovrapposte tra loro di colore bianco;
  • la varietà Rubra le cui brattee sono rosa, è disponibile in due tipi di colorazione: rosa vivo o rosso con margini del fogliame giallo;
  • Rainbow che assume tonalità di colori diverse a seconda della stagione, in autunno diventa arancione, rosso e viola.

Cornus florida: esposizione

La pianta riesce a resistere bene al freddo e, essendo originaria delle zone montane, predilige ambienti le cui estati non siano troppo calde. Tollera bene il sole ma non i raggi diretti dello stesso, per cui è consigliabile sistemarle in una zona dove, nelle ore più calde della giornata, ci sia ombra

Cornus florida: fioritura

La fioritura della Cornus florida avviene in primavera; i fiori possono assumere due colorazioni: rosa e bianco. Le tonalità di questi due colori possono essere comunque più o meno intense. La bellezza di questa pianta sta nel fatto che anche il fogliame assume colorazioni differenti in base al periodo dell’anno. Durante l’estate, inoltre, la pianta produce delle tipiche bacche rosse di forma allungata grandi circa un centimetro e radunate in mazzetti. Le bacche si formano all’apice dei rami dove in primavera si era avuta la fioritura e raggiungono la maturazione durante l’autunno fino in inverno. Per una fioritura abbondante è consigliabile sistemare la pianta in un luogo assolato.

Cornus florida: concimazione

Essendo una pianta rustica e resistente, la Cornus florida non necessita di cure particolari. Per accelerare la crescita, che per questa pianta è molto lenta, andrebbe distribuito verso la fine del periodo invernale, un concime specifico per le acidofile.

Durante l’autunno è necessario mantenere il suolo dove è disposta la pianta il più soffice possibile, per questo occorre concimare con materia organica, compost o stallatico stagionato. Un ulteriore fonte di concime può essere dato dalle foglie decomposte cadute a fine autunno.
Durante il periodo della ripresa vegetativa è consigliabile aggiungere, all’acqua di irrigazione, del concime organico ogni tre settimane circa.

Cornus florida: irrigazione

La Cornus florida necessita di abbondanti irrigazioni durante il periodo della ripresa vegetativa che va da marzo a ottobre. Per evitare dei ristagni bisogna sempre attendere, tra un’annaffiatura e un’altra, che il terreno si asciughi. In inverno potrà essere sospesa l’irrigazione.

Cornus florida: potatura

La pianta non necessita di operazioni di potatura se non nel caso in cui i rami siano direzionati male o siano poco vigorosi. Le radici della pianta sono molto superficiali, per cui, se la Cornus florida è piantata in giardino, occorre fare attenzione a passare sopra di esse con il tosaerba. 

Cornus florida: malattie

La Cornus florida è abbastanza resistente alle malattie e ai parassiti. È possibile comunque che la pianta subisca l’attacco della cocciniglia; in questo caso occorrerà intervenire rimuovendo l’insetto con un batuffolo di cotone imbevuto di alcool. Se questo non risultasse sufficiente è necessario ricorrere a specifici antiparassitari acquistabili dal vivaista. Inoltre la Cornus florida può ammalarsi di mal bianco ed essere attaccata dai ragnetti rossi; inoltre teme molto il ristagno d’acqua che può far marcire le radici.

Cornus florida: particolarità

Il legno della Cornus florida, data la sua robustezza, veniva spesso usato per la produzione delle teste delle mazze da golf. Sempre per la caratteristica della durezza del legno, inoltre, dalla pianta è possibile ricavare taglieri per macellai. In passato si credeva che l’estratto derivante dalla corteccia della pianta potesse curare la rogna dei cani.

Cornus florida: temperatura

La pianta predilige un clima fresco e temperato, non tollera gli eccessi di caldo, anche se è molto resistente, e sopporta bene basse temperature.

Cornus florida: rinvaso

La Cornus florida può essere coltivata sia in vaso che nel terreno. La crescita lenta non prevede un continuo rinvaso, tuttavia, siccome la pianta può assumere dimensioni importanti, è bene invasarla in un contenitore di dimensioni piuttosto grandi.

Cornus florida: substrato

La pianta predilige terreni dotati di un PH che tende al sub-acido. Il substrato perfetto per la Cornus florida non deve essere troppo asciutto, inoltre è bene che sia fresco, ricco di humus e ben drenato. Prima di mettere la pianta a dimora, è necessario scavare un’ampia buca e predisporre, sul fondo, del materiale drenante come l’argilla espansa che andrà poi ricoperta di terriccio e sabbia grossolana.

Cornus florida: propagazione

La Cornus florida si può propagare per seme, per talea o per propaggini

  • La scelta del seme, in genere, non viene molto utilizzata per via della crescita molto lenta della pianta; i semi devono essere cresciuti in vaso per due o tre anni prima di mettere a dimora la pianta.
  • La moltiplicazione per talea prevede di tagliare obliquamente un rametto lungo circa dieci centimetri per poi inserirlo in un vaso contenente torba e sabbia. Il taglio deve avvenire nei mesi di luglio e agosto.
  • La moltiplicazione per propaggine avviene in genere a settembre e consiste nell’interrare un ramo della pianta curvandolo ma lasciandolo comunque attaccato ad essa. Dopo due anni sarà possibile separare il ramo così interrato dalla pianta.

Coltivazione Cornus - Florida e Rubrus - Video con l'esperto

Condividi
Stampa la pagina Invia ad un amico