chiudi X
chiudi X
Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Tilia TOMENTOSA (Tiglio argentato)

Tilia TOMENTOSA

Copyright immagini by ©Nova-Photo-Graphik.
Vietata la riproduzione.

Legenda Icone

Fogliame Persistente Fogliame Persistente
Fogliame Caduco Fogliame Caduco
Fogliame Semi persistente Fogliame Semi persistente
Esposizione soleggiata Esposizione soleggiata
Esposizione a mezz'ombra Esposizione a mezz'ombra
Esposizione in ombra Esposizione in ombra
Adatto ai climi miti Adatto ai climi miti
Sensibile al freddo Sensibile al freddo
Pianta poco diffusa Pianta poco diffusa
Varietà brevettata Varietà brevettata
Fogliame Caduco

Nome Volgare: Tiglio argentato

Descrizione:

Tilia Tomentosa (o Tiglio argentato) è un albero dal portamento regolare, con fogliame verde sopra e argentato e lanuginoso sotto.

Raggiunge un'altezza che va da 15 a 20 m., mentre il diametro va da 8 a 10 m.

La fioritura è profumata e sboccia in Giugno-Luglio.

Tilia Tomentosa è poco esigente e sopporta bene l'inquinamento cittadino.

Origine: Europa sud orientale e centrale
Portamento: albero grande vigoroso
Foglie: rotonde, grandi, dentellate, argentee sotto
Fiori: bianco spento, piccoli, profumatissimi, tossici per le api
Epoca di fioritura: Agosto
Terreno: fertile, ben drenato
Clima: temperato
Temperatura Minima: -30/-20 °C

La Tilia Tomentosa si fa notare nei viali cittadini per il fogliame argenteo che aleggia alla minima brezza mettendo in mostra le foglie verde lucido nella parte superiore ed argento bianco in quella inferiore. 

Per questo motivo è nota anche come Tiglio Argenteo (Silver Lime), nome con cui è conosciuta nei paesi anglofoni, mentre in Svezia viene chiamata Linn e dal suo nome deriva la denominazione Linneo.

E' un grande albero deciduo che cresce fino a 50-70 metri di altezza seguendo un ampio andamento colonnare, mentre il tronco può raggiungere i 2 metri di diametro.
I fragranti e profumatissimi fiori giallo chiaro sono raggruppati in grappoli pensili e appaiono dalla tarda primavera fino a giugno-luglio. 

Quando l'albero di Tilia Tomentosa è in piena fioritura attira moltissime api e calabroni che provvedono all'impollinazione.
I fiori maturando si trasformano in piccole nocciole collegate tra loro a strette brattee lunghe 7-11 cm che maturano a fine estate. 

Le foglie ovali hanno i margini seghettati e nella pagina inferiore sono fittamente ricoperti di peluria bianco-argenteo. La Tilia Tomentosa è coltivata come albero ornamentale ma in tutta Europa cresce spontanea nelle sue diverse cultivar.

Varietà di tiglio più significative

Esistono moltissime varietà di Tilia Tomentosa, tra cui molti ibridi. Le più comuni sono:

  • Tilia cordata, o tiglio selvatico molto diffusa nelle zone collinari è una delle più specie usate per le proprietà terapeutiche.
  • Tilia Europea o Tiglio nostrano ha grandi foglie ed è una delle specie più profumate. 
  • Tilia Intermedia è molto diffusa soprattutto in Russia e in Germania, dove dalle sue fibre viene prodotto un tessuto molto resistente.
  • Tilia Americana, diffusa nel Nord America, è l'albero da cui si produce il legno per imballaggi e infissi.

Utilizzo del tiglio

La Tilia Tomentosa una pianta a bassa manutenzione ed è molto tollerante all'inquinamento urbano, al calore, alla siccità, ai terreni poveri e compatti.
Viene utilizzata nelle aree urbane per i viali alberati e lungo i margini delle strade.
La Tilia Tomentosa può crescere in posizione soleggiata o in parziale ombra e predilige il clima continentale, soprattutto quello dei boschi, dove le giovani piante possono usufruire di posizioni ombreggiate. Ha l'apparato radicale espanso e profondo quindi è un albero molto adatto a consolidare i terreni collinari e franosi.

Potatura del tiglio

La sostanza organica posta nella buca d'impianto non rende necessarie ulteriori concimazioni, mentre è necessaria una regolare potatura invernale per eliminare i polloni alla base dell'albero ed eventualmente contenere lo sviluppo, le piante allevate infatti non superano i 4 metri di altezza per facilitare la raccolta dei fiori.

Tiglio: riproduzione

Si moltiplica per talea, tramite i polloni laterali o per seme. I semi, possibilmente appena raccolti, devono essere messi in semenzaio in primavera in una miscela di sabbia e terriccio fertile. 
Per la loro germinazione possono occorrere anche 18 mesi, ma se il tegumento esterno è lignificato i tempi si allungano e potrebbero volerci anche anni prima di vedere un germoglio. 

Una volta germinate le piantine passano il primo inverno in serra per poi passare in piena terra all'inizio dell'estate.

La propagazione per polloni è più semplice.
Le talee vanno prelevate alla base del Tiglio Argenteo con un po' di radici durante l'inverno e trapiantate immediatamente. Durante la fase della radicazione è importante bagnare spesso il terreno per mantenere la giusta umidità.

Tiglio: esigenze particolari


Il Tiglio Argentato resiste molto bene anche alle basse temperature, condizione però che influenza negativamente la maturazione dei semi.
Preferisce i buoni terreni umidi argillosi alcalini ma cresce anche sui terreni leggermente acidi.
Cresce male invece sui terreni che hanno un cattivo drenaggio o sono troppo asciutti.

Malattie del tiglio

Gli alberi possono essere attaccati dagli afidi, cocciniglie e lepidotteri ma sono invece resistenti al fungo del miele. Quando è possibile trattare la pianta, i rimedi sono di tipo chimico.

 

Curiosità sul tiglio

Anche nel mondo di Harry Potter erano note della Tilia Tomentosa proprietà terapeutiche e poteri magici.
Col il legno di Tiglio infatti venivano fatte bacchette magiche speciali, capaci di esaltare la veggenza dei maghi. 

Le proprietà terapeutiche delle foglie di tiglio vengono utilizzate nella comune omeopatia per sedativi e nella diaforetica. Non sono disponibili studi sulla Tilia Tomentosa e le dosi da utilizzare. Si preferisce quindi non superare i 2/4 g al giorno di tiglio da te e infusi.

La tintura madre di Tilia Tomentosa boiron ottenuta dalla macerazione delle gemme in acqua e alcool, viene utilizzata per curare le gastriti.
Per ottenere le Gemme di Micol si usano gli estratti delle parti in crescita della pianta come germogli e semi per avvantaggiarsi dei fattori di crescita e degli enzimi presenti in queste strutture in questa fase. 

Le Gemme di Micol sono formulate nella loro composizione in modo tale da consentire una personalizzazione molto specifica della terapia e una cura più mirata di patologie come i disturbi stagionali, le alterazioni dei ritmi ormonali o delle funzioni di vari organi.

Tilia tomentosa o Tiglio tomentoso - coltivazione tiglio

Condividi
Stampa la pagina Invia ad un amico