Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Parassita della mimosa

Parassita della mimosa

Il 12/01/2017, Francesca di Cuneo chiede:

Buongiorno, vi allego le foto della mia mimosa che, ormai da qualche giorno, va incontro a un deperimento abbastanza veloce. La pianta è in mio posseso da quasi un anno. E' collocata dietro ad una finestra ad una temperatura di circa 10/15°C. Ho provato a tagliare le parti annerite e malate ma la malattia continua a manifestarsi. Sapreste dirmi di quale malattia si tratta? Quali cure sono necessarie? Vi ringrazio per l'attenzione Cordiali saluti Francesca

Il 12/01/2017, Gianluigi Burdisso risponde:

Buongiorno, 

Molto probabilmente, visti i sintomi dalle fotografie della sua mimosa, si tratta di una tracheofusariosi, parassita fungino che attacca i vasi dove scorre la linfa.
Per cercare di guarire la pianta occorre trattare (foglie e tronco) con fosetil alluminio ( nome commerciale Aliette, Maestro...) alla dose di 35 gr ogni 10 litri di acqua.
Oppure fosfito di potassio alla dose di 50/60 cc X 10 litri acqua.
L'operazione deve essere ripetuta 3/4 volte a distanza di 5-7 giorni.
I tagli effettuati per asportare i rami secchi vanno disinfettati con un prodotto a base di rame ( Airone alla dose di 30 gr ogni 10 litri) altrimenti sono una porta di ingresso per altre infezioni.
Le consiglio di modulare meglio l'irrigazione della mimosa e, appena si riprende, intervenire con una leggerissima concimazione.

Grazie per l'attenzione e buona cura del verde! 

Ti è piaciuto e ti è stato utile questo articolo? Condividilo con i tuoi amici tramite i tasti social qui sotto. Aiuterai così il nostro portale a crescere!
Stampa la pagina Invia ad un amico
Gianluigi Burdisso Gianluigi Burdisso

Il dott. Gian Luigi Burdisso è Agronomo e da oltre 15 anni si occupa di protezione delle piante da malattie fungine ed insetti e di nutrizione e difesa delle piante e del verde. 

Nel corso degli anni ha maturato una lunga esperienza nel campo della lotta biologica ed integrata.

La sua area di intervento è localizzata principalmente in Piemonte e Liguria.

Gian Luigi Burdisso
Vicolo Cavour, 14 Loc. Perno
12065 Monforte d’Alba (Cn)
Cellulare: 338/3889458