chiudi X
chiudi X
Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Come si prepara il terreno alla semina di varietà erbacee da sovescio? Quale erbacea da sovescio mi consiglia?

Il 27/09/2016, guido di roma chiede:

Grazie della sua professionalità nella risposta. La mia domanda era rivolta a un risparmio perchè non ho un trattore, ho una motozappa per un orto. Mi manca il solcatore da aggiungere alla macchina. Mi perdoni se le chiedo un'altra domanda. Per poter preparare il terreno alla semina delle specie erbacee da sovescio, posso passare prima con decespugliatore, poi con la motozappa e infine con la motozappa con l'assolcatore? Seconda domanda: mi consiglia il favino come erbacea da sovescio? La ringrazio. Guido.

Il 29/09/2016, Fabio Di Gioia risponde:

Salve di nuovo signor. Guido.

Volevo innanzitutto ringraziarla per i complimenti che lei mi ha fatto circa la professionalità che a suo parere le ho dimostrato. Ad essere sincero, personalmente cerco sempre di dare dei consigli utili alle persone che mi scrivono, tenendo conto di una cosa che, a coloro che mi scrivono, non basta solamente la risposta pratica. È necessario spiegare anche il funzionamento fisiologico e agronomico, che si cela dietro al motivo per cui viene fatta la domanda. Dopodiché, si deve dare la risposta pratica, di modo che l'utente possa in qualche modo capire il funzionamento di quel dato processo fisiologico.

Venendo alle sue domande lei mi chiede:

1) Per poter preparare il terreno alla semina delle specie erbacee da sovescio, posso passare prima con decespugliatore, poi con la motozappa e infine con la motozappa con l'assolcatore?

Il decespugliatore può essere utilizzato se siamo di fronte alla presenza di erbe spontanee e infestanti, molto invadenti, che hanno ricoperto il terreno completamente e con la loro parte aerea possono creare un disturbo al passaggio degli altri attrezzi meccanici. Se la copertura vegetale è rada e non invadente, basta passare con la motozappa per sminuzzare e amminutare le zolle, per poter preparare un buon letto di semina e poi passare con l'assolcatore per aprire i solchi e seminare le specie da sovescio.

Nell'impiegare la motozappa bisogna far attenzione a non lavorare troppo vicino al tronco delle piante per non andare a rovinare le radici superficiali delle piante.

Inoltre in presenza di terreni argillosi e pesanti, l'uso della motozappa può polverizzare troppo le zolle distruggendone la struttura. In questo modo se piove, si può creare una crosta superficiale che potrebbe impedire l'arieggiamento del suolo e delle piante.

Ricapitolando la sequenza dell'uso degli attrezzi:

  • Decespugliatore (in caso di vegetazione folta e invadente) - Motozappa - Assolcatore.
  • Motozappa (in caso di vegetazione rada e non invadente) - Assolcatore.

2) Quale specie erbacee da sovescio mi consiglia (es. favino....)?

Come le ho spiegato precedentemente è sempre consigliabile ricorrere a miscugli di varie specie, perché ogni specie presenta delle caratteristiche specifiche andando ad integrare ciò che manca in un'altra (es. graminacee/leguminose; leguminose/crucifere; graminacee/crucifere; graminacee/leguminose/crucifere).

Per cui tra le leguminose va bene il favino o in alternativa la veccia. Tra le graminacee può impiegare la loiessa o eventualmente l'avena. Tra le crucifere il colza opporre in alternativa anche i cavoli.

Sperando di aver risposto alle sue domande e rimanendo a disposizione per altre, la saluto cordialmente.

Dott. Fabio Di Gioia
Specializzato nel recupero e valorizzazione di varietà vegetali antiche.

Ti è piaciuto e ti è stato utile questo articolo? Condividilo con i tuoi amici tramite i tasti social qui sotto. Aiuterai così il nostro portale a crescere!
Stampa la pagina Invia ad un amico
Fabio Di Gioia Fabio Di Gioia

Fabio Di Gioia è nato a Montelupo Fiorentino nel febbraio del 1980, da una famiglia caratterizzata da una lunga e radicata tradizione contadina. Esperto di recupero e valorizzazione delle varietà vegetali antiche.

Dal 2010 a oggi organizza corsi e seminari sulle buone pratiche di conservazione e coltivazione delle varietà antiche vegetali sia in ambito erbaceo e orticolo che arboreo e frutticolo.

Lo scopo principale del suo lavoro è quello principalmente di recuperare le varietà locali e poterle reinserire in un contesto agricolo e produttivo, verso tutti coloro come le aziende agricole credono sempre di più nelle potenzialità di questo settore.

Blog: fabio13280 - fabio13280.wordpress.com