Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Crescita della Siepe non omogenea

Crescita della Siepe non omogenea

Il 16/11/2016, Fabio di Roma chiede:

Buongiorno, le scrivo perchè lo scorso maggio ho piantato nel mio giardino una siepe lunga circa 50 metri di viburno lucido. In questi mesi (quasi sei) la maggior parte delle piante sono quasi raddoppiate in altezza e sono sempre state verdi e rigogliose, tranne che su di un tratto lungo circa una decina di metri nel quale la crescita è stata quasi irrilevante ed inoltre le foglie fin da poche settimane dopo l'impianto tendono ad apparire di colore rosso. Le piante sono state acquistate e piantate tutte lo stesso giorno, utilizzando lo stesso procedimento. L'unica cosa che mi viene in mente è che la parte di siepe che presenta questo problema è più esposta al vento rispetto al resto; sarà forse questo il problema? Vi allego una foto. La ringrazio anticipatamente per il vostro aiuto. Fabio

Il 17/11/2016, Kety Cialdi risponde:

Buonasera Fabio,
il viburnum lucidum é una pianta robusta che noi coltiviamo tranquillamente all'aperto, quindi mi sembra improbabile che il mancato sviluppo di quel tratto di siepe sia da imputare al vento.
Pensavo piuttosto al terreno: è tutto uguale o é possibile che in quel tratto ci sia qualcosa di diverso? Ad esempio del ristagno alle radici dovuto magari ad una diversa consistenza del terreno o magari in quel punto c'è un flusso di umidità indipendente dall'irrigazione.
Provi a verificare questi aspetti. Resto a disposizione per altri chiarimenti.

Buona serata.

Kety Cialdi
Vivaio Pollicirosa di Rare Piante


Il 18/11/2016, Fabio di Roma chiede:

Gentile Kety Cialdi, la ringrazio per la sua risposta. Il terreno almeno in apparenza era abbastanza omogeneo (é un terreno argilloso tanto che sto pian piano apportando della sabbia per prepararlo alla semina del prato). In effetti il terreno é molto umido, ed ha di certo problemi di ristagno, ma é cosi anche nei punti in cui la siepe é cresciuta bene. In ogni caso come mi consiglia di procedere? Se facessi in corrispondenza di ogni pianta 2/3 fori di 5 cm di diametro e profondi 50 centimetri e li riempirsi con della sabbia per realizzare così un sistema di drenaggio può andare bene? E se sì, dovrei fare questo lavoro anche sulle piante che non mi hanno dato problemi? La ringrazio anticipatamente

Il 21/11/2016, Kety Cialdi risponde:

Buonasera Fabio,
cercare di drenare il terreno non può che essere positivo in vista della realizzazione del prato.

Ritengo che per le piante ormai sviluppatesi, il problema non esista, non dimentichiamo che il viburnum lucidum é pur sempre una pianta molto robusta; il problema è emerso probabilmente per una concomitanza di cause: terreno troppo umido e piante giovani.
Può provare a costruire questa sorta di drenaggio, ma non sapremo se si rivelerà efficace fino alla prossima stagione vegetativa; in alternativa trattandosi di poche piante, se ben interpreto la foto, potrebbe pensare anche di sostituirle con soggetti robusti di misura simile a quelle cresciute regolarmente oppure, più laborioso ma più economico, potrebbe togliere le piante in questione,gestirle in vaso fino all'inizio dell'estate permettendo loro di crescere e a quel punto lì, ritrapiantarle forti questa volta di un bell'apparato radicale che patirebbe meno l'umidità della zona.

Al momento del reimpianto potrebbe creare uno strato drenante e risolvere il problema in maniera definitiva.
Spero di essere stata esauriente, ma non esiti a contattarmi nuovamente per qualsiasi chiarimento.

Saluti.

Kety Cialdi
Vivaio Pollicirosa di Rare Piante

Ti è piaciuto e ti è stato utile questo articolo? Condividilo con i tuoi amici tramite i tasti social qui sotto. Aiuterai così il nostro portale a crescere!
Stampa la pagina Invia ad un amico
Kety Cialdi Kety Cialdi

Kety Cialdi è una delle vivaiste produttrici dell'Associazione Pollici Rosa - www.pollicirosa.com, vivaio fondato nel 2012 da Rita Paoli e Francesca Moscatelli ed ora diretto esclusivamente da Kety ed Alberta Ballati, con lo scopo di promuovere “al femminile” il vivaismo pistoiese di qualità. La cooperativa di donne vivaiste appartiene al Consorzio Ortovivaisti Pistoiesi - www.coppt.com e tratta il canale di vendita privato, sia al dettaglio che tramite ecommerce.

Nel1992 Kety ha scelto di dedicarsi completamente alla storica attività di famiglia: la coltivazione di piante ornamentali da esterno.

Nei quasi nove ettari di terreni a Pistoia fra alberature, cespugli da fiore, frutti minori e conifere, Kety pota, innesta, invasa, carica e scarica, guida camioncino, muletto e trattore. Oggi coltiva piante e varietà per il Vivaio Pollici Rosa di Pistoia, che propone agli appassionati tutti i tipi di piante da giardino, con una grande variabilità di specie dedicate agli spazi verdi e ai giardini: Giovani piante; Cespugli; Conifere; Ortensie hydrangee; Climber - rampicanti; Alberi e fruttiferi; Specie erbacee; Bambu phormium; Specie acquatiche; Rose; Specie per i climi caldi; Palmacee e cactus.

Pollici Rosa
Via Vergine dei Mei 2B 
Casenuove di Masiano, 51100 Pistoia
(all'interno della sede del Consorzio Ortovivaisti Pistoiesi)
Kety: cell.329-5940067
Alberta: cell.335-5242534
www.pollicirosa.com