chiudi X
chiudi X
Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Piante rampicanti: quali sono le varietà per il terrazzo resistenti al freddo

Piante rampicanti sempreverdi

Piante rampicanti: quali sono le varietà per il terrazzo resistenti al freddo

Perché scegliere le piante rampicanti

Con una scelta accurata di piante rampicanti, ogni angolo del terrazzo può essere riempito da rigoglioso fogliame resistente al freddo.

Esistono in commercio diversi tipi di piante rampicanti, ci sono quelle con fioritura e quelle che presentano soltanto fogliame, variegato o monocolore come l'edera. In un ambiente esposto ai raggi del sole e ventilato bisogna scegliere piante resistenti e posizionarle correttamente. Per l'allestimento di un balcone, le piante rampicanti vengono preferite ad altri tipi di piante, perché oltre a richiedere una bassa manutenzione, sono perfette per creare delle zone d'ombra, avendo la possibilità di svilupparsi liberamente, pur conservando la loro forma morbida e cespugliosa. Può risultare molto utile l'utilizzo di un supporto per rampicanti su cui farle crescere per creare in modo semplice un elemento che può essere sia decorativo che utile.

Prima di acquistare le piante rampicanti, occorre decidere dove farle crescere. Infatti propagano molto rapidamente e i sostegni preferiti sono i muri, le inferriate del balcone, le colonne collocate appositamente per suscitare l'ammirazione di tutti. Principalmente le piante rampicanti servono per creare l'ombra, ma anche per formare una barriera naturale che permette di realizzare nel proprio terrazzo, un luogo riservato e lontano dagli sguardi indiscreti, dove prendere il sole, consumare un pranzo all'aria aperta o ritagliarsi un pò di tempo libero nel totale relax. 

Leggi gli articoli di approfondimento sulle piante rampicanti:

Le piante rampicanti resistenti al freddo 

Le piante rampicanti non sono tutte uguali, anche se una prerogativa che le rende tutte simili è la capacità di svilupparsi in poco tempo, ottenendo un risultato ammirevole e di semplice realizzazione.

La pianta rampicante che sopporta più di tutte il freddo e le intemperie è l'edera. Esistono diverse varietà di questa pianta, alcune hanno le foglie di colore verde omogeneo, altre sono fortemente variegate. L'edera va collocata in mezz'ombra, i suoi tralci si allargano in ogni direzione coprendo la superficie desiderata.

Se al terrazzo si vuole dare un disegno ornamentale, la bougainvillea è un'autentica festa di colore. Resiste molto bene al freddo e al caldo, dopo un periodo di fogliame evidente, la pianta regala una cascata di fiori fucsia, bianchi, rossi. Ci sono poi piante rampicanti che non sono in grado di sostenersi da sole se non adagiandosi su una rete o un graticcio, si tratta del glicine. Una pianta molto bella esteticamente soprattutto in primavera quando si trova in piena fioritura, infatti la sua particolarità sono i fiori di colore viola, racchiusi in grappoli penduli dall'intenso profumo.

Tra le piante rampicanti per terrazzo resistenti al freddo c'è la dipladenia dal portamento rampicante. La pianta si coltiva in vaso e ha bisogno di un sostegno, che può essere una ringhiera, un fusto, una rete, un graticcio, altrimenti si può lasciare crescere liberamente e farla scendere a modi cascata.

Cure delle piante rampicanti 

Le pianti rampicanti non necessitano di troppe attenzioni, ma questo non significa che vanno trascurate. Non gradiscono le innaffiature abbondanti e anche se sopportano bene il freddo e il caldo, almeno due volte al mese è necessario integrare il terriccio con del concime liquido o del concime granulare a lenta cessione, soprattutto se sono piante da fiore.

Le piante rampicanti prive di sostegno tendono a ricadere oltre i bordi del vaso o del terreno, quindi se si decide di abbellire il terrazzo con queste piante, è necessario procurarsi gli adeguati sostegni, per favorirne meglio la crescita. La piante rampicanti vanno potate. Si comincia con l'eliminare le foglie e i rami secchi. Le piante giovani non necessitano di potature, mentre quelle che hanno raggiunto le dimensioni desiderate vanno tagliate per conservare la forma desiderata. Le piante caducifoglie vanno potate in autunno, quando i rami rimangono spogli, mentre le sempreverdi prima della ripresa vegetativa. Se le piante rampicanti hanno le foglie variegate, bisogna togliere tutti i rami dove compaiono le foglie monocolore, per impedire il propagarsi di quest'ultime, operazione che deve essere eseguita con gli strumenti adatti, come per esempio delle forbici da potatura ben affilate, per non causare danni alla pianta.

Leggi le risposte dell'esperto su PIANTE RAMPICANTI:

Leggi anche "Le piante del mio giardino", e-book scaricabile gratuitamente dal nostro Portale!

Ti è piaciuto e ti è stato utile questo articolo? Condividilo con i tuoi amici tramite i tasti social qui sotto. Aiuterai così il nostro portale a crescere!
Stampa la pagina Invia ad un amico

Questo articolo è stato scritto da Redazione

Redazione

Portale del Verde è l'enciclopedia online del giardinaggio e delle piante con oltre 5000 schede di varietà botaniche e oltre 17.000 aziende che operano nel settore orto florovivaistico. È l'unico portale web in Italia che dà la possibilità a tutti gli appassionati di giardinaggio di fare domande e ricevere una risposta gratuitamente da una redazione formata da oltre 50 esperti autorevoli, uno per ogni specifica nicchia, provenienti dal mondo del verde. 

E' presente inoltre l'unica libreria online GRATUITA con 27 e-book di altissima qualità sul mondo del Giardinaggio.

E per chi amasse approfondire tramite video, può visitare il canale Youtube dove gli esperti approfondiscono varie tematiche sulle specifiche varietà di piante e fiori da loro trattate.