Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Alberi ornamentali: quali sono le varietà di conifere più coltivate e come si distinguono

Quali sono le varietà di conifere più coltivate e come si distinguono

Alberi ornamentali: quali sono le varietà di conifere più coltivate e come si distinguono

Le conifere, con le loro foglie sempreverdi e la loro grandezza maestosa, sono gli alberi ornamentali più diffusi ed antichi.

Esse prendono il nome dai frutti legnosi - chiamati coni o strobili - che ne contengono i semi.

Sono presenti in ambienti temperati ed hanno foglie aghiformi oppure piatte, di un colore verde scuro, che consente agli alberi di catturare la luce, anche quando crescono in fitte foreste. Se le piante si trovano in un posto molto luminoso ed arioso, gli aghi hanno colore chiaro e tendono a coprirsi di cere protettive bianche.

Molte conifere producono delle resine profumate, dette ambre, che le proteggono dai funghi e dagli insetti.
Varietà di conifere più coltivate.

Le caratteristiche delle Conifere

Le conifere appartengono alle Gymnospermae (o Pinophyta), classe Coniferopsida, ordine Coniferales e sono suddivise in sei famiglie (Araucariacee, Cephalotaxaceae, Cupressaceae, Pinaceae, Podocarpaceae, Taxodiacee), nelle quali vi sono circa 550 specie, comprese in 67 generi.

Tra questi alberi ornamentali, quelli più diffusi e coltivati sono: il pino marittimo, che generalmente si trova nelle aree tirreniche; il pino domestico delle zone mediterranee; il pino cembro e quello silvestre delle Alpi; diversi tipi di abete, da quello bianco a quello rosso.

Vi sono, poi, quelli appartenenti al genere Tuja, coltivabili in siepi, o il cipresso.

Modalità di coltivazione delle conifere

Le conifere non necessitano di grandi cure.

Per coltivare tali alberi in giardino, è necessario scegliere un ampio spazio per piantarli, perchè hanno bisogno di essere ad una certa distanza dagli edifici e dalle altre conifere.

Occorre fare attenzione anche al terreno, che non deve essere troppo pesante o troppo pieno di calcare, perchè altrimenti le foglie si ingialliscono. Se dovesse accadere ciò, occorre arricchire il terreno, in cui sono coltivati gli alberi, con un concime a base di ferro.

Il terreno adatto alle conifere è, tuttavia, quello che si presenta molto drenato e fertile.

Come si effettua la manutenzione delle conifere?

Il periodo per l'impianto di queste piante sempreverdi varia a seconda delle regioni, in cui deve essere effettuato.
In particolare, nelle aree meridionali e costiere, dove il clima è mite, si possono piantare questi alberi ornamentali all'inizio dell'autunno; mentre nelle zone con un clima più rigido, è opportuno fare l'impianto nella tarda primavera.
Le conifere devono essere potate, per togliere le cime doppie e per creare un equilibrio della chioma.

Per gli alberi coltivati a siepi, la potatura deve essere effettuata più frequentemente, per ridare forma alle conifere.
Per il benessere delle piante, è necessario fertilizzare il terreno, soprattutto se esso non è il più adatto per questi alberi ornamentali. 

I fertilizzanti granulari sono i migliori in commercio e devono essere somministrati periodicamente.

Tra le malattie delle conifere, vi è la cosiddetta processionaria del pino, una larva delle farfalle, che consuma le foglie ed il fusto degli alberi, attraverso l'emissione di sostanze urticanti. Per contrastarle, bisogna togliere le larve ed applicare un antiparassitario.

Il cancro del pino è, invece, causato da un fungo, che provoca l'ingiallimento delle foglie, fino alla completa distruzione della pianta. Contro tale ultima malattia è indispensabile la prevenzione ed il costante controllo della conifera e degli alberi, che la circondano.

Luoghi di coltivazione

Grazie alla facilità di coltivazione, alle poche attenzioni richieste, al fogliame sempreverde, le conifere si adattano facilmente agli ambienti sia esterni, che interni.

Ciò consente di creare un bellissimo spazio verde, in giardino o anche in casa, grazie alla capacità di tali alberi ornamentali, soprattutto delle conifere nane, di vivere bene anche nei vasi. Questi ultimi alberi hanno ridotte dimensioni ed uno sviluppo molto lento, per cui richiedono meno spazio a disposizione e minori cure rispetto alle altre conifere.

Possono, dunque, vivere facilmente, anche se piantate in cassette o vasi ed il loro aspetto estetico è migliore nel periodo compreso tra l'autunno e l'inverno.

E per concludere...

Seguendo le istruzioni sopra riportate, è possibile avere un giardino o un appartamento ricco di alberi ornamentali, imponenti, sempreverdi e profumati.

Il portamento elegante, la colorazione delle foglie, gli aromi resinosi arricchiscono gli ambienti di colori e di fresche fragranze ed, a volte, hanno anche l'utilità, nei grandi spazi verdi, di definire interi viali o, nelle zone marine, di creare barriere ai venti forti. Se cerchi consigli per decorare e "arredare" il tuo giardino, ottenendo sempre il migliore dei risultati dal tuo giardino, nel volume "Alberti e Arbusti" di Collana del Verde troverai tantissime indicazioni su come coltivare e far crescere i tuoi alberi nel modo più rapido e corretto possibile.

Ti è piaciuto e ti è stato utile questo articolo? Condividilo con i tuoi amici tramite i tasti social qui sotto. Aiuterai così il nostro portale a crescere!
Stampa la pagina Invia ad un amico

Questo articolo è stato scritto da Redazione

Redazione

Portale del Verde è l'enciclopedia online del giardinaggio e delle piante con oltre 5000 schede di varietà botaniche e oltre 17.000 aziende che operano nel settore orto florovivaistico. È l'unico portale web in Italia che dà la possibilità a tutti gli appassionati di giardinaggio di fare domande e ricevere una risposta gratuitamente da una redazione formata da oltre 50 esperti autorevoli, uno per ogni specifica nicchia, provenienti dal mondo del verde. 

E' presente inoltre l'unica libreria online GRATUITA con 25 e-book di altissima qualità sul mondo del Giardinaggio.

E per chi amasse approfondire tramite video, può visitare il canale Youtube dove gli esperti approfondiscono varie tematiche sulle specifiche varietà di piante e fiori da loro trattate.